2-1-a) Prima di iniziare la pratica

PAGINA PRECEDENTE: 2-0- NORME DI IGIENE VISIVA
PAGINE SUCCESSIVE:  2-1-b)- MIODESOPSIE
                                 2-2- COME INIZIARE GLI ESERCIZI


Il metodo Bates si può iniziare quando si vuole

ma una visita per sapere qual è l’attuale situazione degli occhi è un buon inizio, così si possono constatate eventuali cambiamenti post rieducazione nelle visite future successive.

 

Prima di iniziare Power Vision System (PVS)

Effettua una visita oculistica per sapere se gli occhi sono sani

Non andate da ottici ed optometristi per questo scopo, ma solo dall’oculista (oftalmologo) che può controllare il fondo dell’occhio.

In caso di qualche patologia, chiedere al medico (chiedete più di un parere se il primo è negativo) se è possibile eseguire degli esercizi di stretching oculare che consistono in rotazioni lente e concentrate.

Noto che la maggioranza delle persone quando fa una visita dell’oculista, ne esce sapendone poco o nulla.

Chiedete che la visita sia il più accurata possibile per esempio:

Quanti decimi sono stati corretti per occhio (cioè in monoculare) e quanti in binoculare (con entrambi aperti).
Il Il visus naturale senza occhiali in binoculare, se hai miopia inferiore a 5,
La ricetta dell’occhiale (alcuni non la rilasciano neppure!)
La distanza pupillare, possibilmente quella di occhio destro e sinistro dal centro del naso x esempio: OD 32, OS 31,5. Non accontentatevi della distanza pupillare complessiva (in questo caso sarebbe 63,5);
La pressione oculare.
Esame del fondo dell’occhio: vitreo, retina, cristallino, cornea.
> Chiedi se i tuoi occhi sono sufficientemente forti o sani
da poter eseguire degli esercizi oculari di stretching (ovvero rotazioni e posizioni statiche). Se la risposta sarà no, potrai fare solo una parte della rieducazione visiva.
Capacità di accomodazione, specialmente se avete più di 40 anni.
> Verifica di eventuale pseudo-miopia/spasmo accomodativo.
> Dominanza (non è detto che l’occhio forte sia il dominante).
Capacità di fusione binoculare ad occhio nudo e con correzione ed eventuali soppressioni, specialmente se si ha una particolare differenza fra i due occhi.
> Eventuali forie.
> Scontrino dell’autorefrattometro (anche se non ha un vero valore può fornire dati utili).
E ogni altro dato che lui possa fornirvi.

Quindi alla fine della visita se mancano questi dati chiedetegli cortesemente di scriverveli o di misurarli. Se ha obbiezioni, ricordategli che si sta pagando la visita, si ha il diritto di avere tutti i dati. Insomma che li si paghi per fare il loro lavoro non mi pare una cosa pretenziosa!

Mentre, per una misurazione più completa del visus, la figura più adatta è l’optometrista. Chiedete quindi che ci siano scritti tutti i dati possibili misurabili da lui. Mi pare giusto rivendicare una visita completa e con tanto di dati scritti. Paghiamo almeno per qualcosa oltre alla sola gradazione sf (sfera) , cil (cilindro) e asse (rispettivamente: gradazione della lente; gradazione dell’astigmatismo e l’asse dell’astigmatismo).
All’optometrista si chiedono tutti i dati sopra citati più molti altri che l’optometrista può effettuare. L’unica cosa che l’optometrista NON può fare è l’esame del fondo dell’occhio (e non ricordo se può misurare la pressione dell’occhio).

-

Test per controllate le vostre miodesopsie

Questo test è bene farlo da soli per diventare consapevoli della loro esistenza, ma potete chiedere anche all’oculista se e quante ne vede dentro al vostro vitreo.

Senza lenti o occhiali volgetevi verso il cielo luminoso e uniforme dalla parte opposta al sole (prima in binoculare e poi in monoculare), guardate se qualcosa si muove (cerchiolini e o filamenti), guardate dritto e in più direzioni lentamente (socchiudendo gli occhi si vedono più marcate).

Fare il test serve per diventarne consapevoli da subito della loro esistenza, prima di iniziare la rieducazione.

Controlla per almeno 1-2 settimane ogni giorno se ci sono variazioni in quanto durante la giornata alcune possono sparire e altre comparire, semplicemente perché muovendo gli occhi alcune compaiono nel campo visivo, poi si spostano.

Io le vedo così: miodesopsie mie

Se sei preoccupato per le tue miodesopsie o ancora non le conosci, approfondisci IN QUESTA PAGINA, è importante. 

-

Leggi le domande frequenti QUI

Leggi le FAQ per trovare risposta alle domande più comuni che mettono in chiaro alcuni aspetti della rieducazione visiva.

 

PRIMA di fare gli esercizi IMPARA LA TEORIA dal libro
Come Sono Guarito dalla Miopia

È importante leggere TUTTO il libro di David De Angelis “come sono guarito dalla miopia”. Ecco il link al libro. È la base perfetta per iniziare a capirci qualcosa. Successivamente questo sito è un ottimo appoggio per capire meglio e approfondire il tutto.

-

Appena prima di iniziare la pratica impara il
“self control” della vista qui


Un appello

Leggere solo una parte del libro per la fretta di migliorare è come non averlo letto. Non dico a caso che è importante sapere BENE prima la teoria e leggere TUTTO il libro. Se tutti lo leggessero a pezzi ci sarebbe una confusione enorme e nessuno capirebbe, né migliorerebbe. Ognuno deve fare la sua parte per se, il libro esiste appositamente per avere una base solida senza la quale PVS non esisterebbe e io non sarei qui a scrivere. Vi prego di non fare domande inerenti agli allenamenti e al funzionamento del metodo se prima non avete letto ATTENTAMENTE tutto il libro, compreso il capitolo domande e risposte ed oltre, fino all’ultima pagina prima della bibliografia. Cercate di capire e collaborare, è inutile che io risponda a cose che non sapete, le capireste a metà o per nulla.

PAGINA SUCCESSIVA:

2- COME INIZIARE GLI ESERCIZI

oppure approfondisci l’argomento MIODESOPSIE QUI 

Se trovi utili le mie condivisioni e ti va di aiutarmi a continuare a tenere il sito sempre aggiornato, puoi fare una donazione tramite PayPal QUI oppure puoi fare un bonifico a questo numero IBAN:
IT 06G0 76011 2200 0010 2168 5613
Causale: “sostengo il sito di Arianna Piva con una donazione”
Grazie

Lascia un Commento