COSA HO FATTO PER LA MIA RETINA

Ricevo spesso domande relative a problemi alla retina, forse perché chi mi segue sa che ho iniziato la rieducazione principalmente a causa della mia paura di avere un distacco di retina (la diagnosi era: “degenerazione retinica a brina o a bava di lumaca, fori e possibile distacco di retina”).


In questo articolo riporto una risposta data ad una lettrice che ha sospeso tempo fa la rieducazione ed usa le Ortho-K
, mi ha scritto per via della sua retina molto fragile e prossima a barrage, ed è disposta a seguire alcune pratiche e adottare accorgimenti utili alla sua situazione [anche io feci il barrage ad un foro retinico all'età di 20 anni].


Vorrei in questo articolo fare “il punto” sui problemi della retina, e mettere a disposizione informazioni utili e la mia esperienza personale per spiegare come li ho affrontati. Alla fine di questa pagina ho inserito i link ad altri 2 articoli che ho scritto sul tema retina. 


Ricordo che non sono medico e parlo solo della mia esperienza personale
. Ognuno è un caso a sé ed è importante sentire il parere di più oculisti.


Ecco la risposta che ho dato a F.:

 

“Cara F. mi ci sono voluti alcuni anni di rieducazione visiva e alimentazione vegan per non avere più sintomi di oscuramenti, macchie e crepe luminose sulla visione. Circa 3 anni per veder sparire i vari sintomi (la mia scelta è stata l’alimentazione vegan per salute ed etica, ma per chi non riesce a fare un cambiamento simile esiste la possibilità di mangiare in modo salutare per la retina anche da onnivori o pescetariani, libro consigliato La dieta della longevità).


Non so dire con certezza in che condizioni sia la mia retina ora ma, non riscontrando più questi sintomi che prima notavo vedevo molto spesso, sono molto tranquilla. Ho potuto anche tornare a fare ginnastica artistica; prima non potevo più fare verticali perché mi si manifestava una crepa luminosa che durava per un po’. Una volta mi si oscurava anche la vista a fare 2-3  rovesciate di fila, ora non più.


Credo che il microcircolo del mio corpo sia migliorato, e quindi anche il microcircolo nella retina che è piena di microvasi. Un tempo infatti avevo le dita delle mani e la pianta del piede che col freddo talvolta rimanevano gialle e nei piedi mi comparivano dei geloni: tutti problemi di microcircolazione… e la retina, proprio perché microvascolarizzata, può essere più soggetta ad avere problemi seri in mancanza della giusta circolazione sanguigna.


Ho modificato il mio stile di vita
in vari modi: niente occhiali da sole (con riabilitazione graduale, hai letto 
l’ultimo articolo?) perché sembra che il sole (non l’eccesso) sia importante per la retina, esercizi Bates e PVS, rilassamento, movimento fisico, stretching e yoga per il collo e schiena… è molto importante la circolazione del sangue che passa attraverso il collo (fonte: libro di Nakagawa “Lo Yoga per gli occhi”) e lì ci sono spesso moltissime tensioni per via di stress e posture statiche al PC o sul luogo di lavoro, tensioni che abbiamo anche agli occhi.


Lavorare su tutto questo mi ha aiutata a non avere più sintomi. Ebbi solo una emicrania oftalmica con aura senza mal di testa (non vedevo più da un occhio) un giorno in cui mi arrabbiai fortemente con una persona, ma il tutto durò circa mezz’ora e quindi capii che era solo una cosa passeggera e che non riguardava il distacco di retina; questo episodio avvenne 3 anni e mezzo fa, poi più nulla del genere.


Mi capita qualche rara volta di vedere lievi lampi col buio muovendo gli occhi, ma sono lievissimi e anche questi non li riscontro ormai da diverso tempo.


E’ un po’ difficile dirti cosa ho fatto di preciso, ma ci provo:


- 
alimentazione vegan occasionali strappi vegetariani (raggiunta con estrema gradualità e consapevolezza, non a casaccio);


-
 Rieducazione visiva con metodo Bates, PVS (esercizi non costanti ma le sottocorrezioni sempre, sto spesso ad occhio nudo e uso gli occhiali stenopeici); igiene visiva;  


- 
cromoterapia;


-
 sole (quello buono), senza occhiali di alcun tipo né LAC (lenti a contatto);


-
 movimento fisico (sono stata ferma 4 anni, dopo dei quali ho iniziato karate; dopo un anno sono tornata a fare verticali e rovesciate, e dopo un altro anno ho ripreso la ginnastica artistica in toto);


-
posizioni yoga per schiena e collo (vedi 
questo video dal min 8.55). Attenzione: per chi ha problemi gravi alla retina sono sconsigliate le posizioni a testa in giù e movimenti che creano pressione agli occhi. Queste pratiche potranno essere svolte solo una volta che la retina starà meglio (io non ho fatto nulla per almeno 6 anni: 4 anni senza rieducazione né altro e dopo 2-3 anni di cambio stile di vita sono tornata a fare tutto);


-
 massaggi a trapezi, collo, testa, viso e occhi (massaggi consigliati da Meir Schneider per la retina e anche da Rosenbauer e Nakagawa);


-
lungo e profondo lavoro su di sé (crescita personale, indagine e perseguimento del mio motivo di esistenza, lavoro sulle paure ed ansie…); se non si lavora anche su di sé e si mantengono le ansie e le tensioni psicologiche di ogni sorta e derivazione (paura di perdere la vista, disagi grossi in famiglia, al lavoro, a scuola, paure di ogni sorta per il futuro…), non si riuscirà a rilassare a sufficienza il sistema visivo e trarne i benefici massimi.


Per un breve periodo ho anche fatto sollevamento pesi ma non ho avuto problemi agli occhi (in ogni caso smisi il sollevamento pesi per altri problemi di accorciamento muscolare che non volevo assolutamente). Il sollevamento pesi è comunque molto sconsigliato per chi ha problemi di retina in quanto si provocano sbalzi di pressione che possono essere deleteri per la retina e il vitreo.

 

Non faccio esercizi ogni giorno, faccio ginnastica 3 volte a settimana, ogni giorno faccio dei movimenti di stretching che mi distendono collo e schiena, faccio i massaggi completi (fatti da sola su me stessa) una volta a settimana durante il mio corso PVS e durante gli altri giorni comunque mi tocco spesso gli occhi massaggiandoli nei punti energetici:

photo_2017-02-01_12-22-55

Immagine dal libro “Una Vista Eccezionale“.

Di più non saprei dirti, non seguo una tabella precisa giornaliera. Vado molto ad istinto sapendo cosa mi fa bene. E ricordo che ci sono voluti 2-3 anni per vedere i sintomi mano a mano svanire, sia sui miei occhi sa sul mio corpo (mani e piedi).

Ho scritto anche altri 2 articoli sulla retina:
http://www.miglioralatuavista.it/cosa-fare-per-retinopatie-pineale-ipotiroidismo-ormoni-menopausa-ringiovanimento-vita-centenaria/

http://www.miglioralatuavista.it/cosa-farei-per-la-maculopatia/

—————————————————————————

Libri citati e consigliati in questo articolo:
Lo Yoga per gli occhi
Una Vista Eccezionale
La Cura Naturale dei Tuoi Occhi
La dieta della longevità

Altri libri sulla rieducazione qui

Video citati in questo articolo:
Dal min 8.55 posizioni yoga per gli occhi
Meir Schneider: https://www.youtube.com/watch?v=m6aQP6tq9_o

—————————————————————————

Ogni articolo è frutto di mie personali ricerche ed esperienze.

Arianna Piva

Bookmark the permalink.

Lascia un Commento