STORIE VERE, miglioramenti di miopie elevate e astigmatismo, Manuela M. 45 anni e Gaia 29 anni

Manuela, 45 anni
da OD -9.50 (miopia), OS -6.75, ast -3
a OD -8 (miopia), OS -5.50, ast -1 

Gaia, 29 anni
da OD -9.25
a OD -7.50 

Questi miglioramenti sono avvenuti in circa 2 anni di rieducazione.

Cari tutti, che voi crediate nella rieducazione visiva o meno, i miglioramenti esistono, sia di miopia sia di astigmatismo, sia di pseudo miopia sia su miopie elevate, io non sono l’unica “fortunata” io e diversi altri miopi elevati e medi, ci siamo rimboccati le maniche e messi di buona lena. Quindi se ci credete informatevi (mai fare le cose a caso), provate e perseverate. Se non credete mettetevi da parte e lasciate in pace coloro che vogliono provare perché i risultati esistono, che ci siano 100 scienziati che lo confermino con i loro studi e analisi asettici selettivi e a compartimenti stagni o che lo dicano solo 100 persone comuni dal basso delle loro vite piene di variabili e diverse realtà, ma che hanno preso consapevolezza del problema e si sono impegnati per migliorare la situazione. Per quanto mi riguarda, chi cerca unicamente la voce della scienza e se ne frega della voce delle persone comuni, può bellamente rimanere col suo difetto e le sue convinzioni. Se io avessi aspettato una ufficializzazione della cosa a quest’ora probabilmente sarei a -13 con una retina sempre in peggioramento, con dolori di artrosi alle ginocchia e alla schiena e diverse altre problematiche di salute che ho sistemato solo grazie a soluzioni alternative non ufficiali.

Il mio compito comunque non è quello di convincere gli scettici e perdere energie ma è quello di lanciare la mia voce e la voce di chi porta testimonianze di come ce l’hanno fatta, per poter aiutare chi come me ha voluto provarci e aveva bisogno di sapere di non essere solo in questo percorso difficile e tanto ostacolato.

Mentre per quanto riguarda la prevenzione vorrei far capire agli scettici quanto sia importante per tutti perché esistono regole comportamentali riconosciute anche a livello ufficiale. Quindi almeno per questo aspetto smettete di intralciare il cammino delle informazioni salvavista e per gli scettici che lavorano nel campo della vista e che si limitano a prescrivere occhiali: cercate di aiutare davvero le persone indicando loro anche come evitare peggioramenti evitabili. So che a molti dei vostri clienti o pazienti non interessa l’igiene visiva, ma a tanti altri invece sì e la cosa più giusta è dar loro una scelta, informarli che esiste, poi sta alla persona scegliere se approfondire e seguirla oppure no.

Per anni ho chiesto cosa avrei potuto fare per fermare o almeno rallentare i peggioramenti e nessuno, dico nessuno, fra oculisti e ottici mi ha mai dato un mezzo consiglio, quando invece dovrebbero essere i primi… ho dovuto trovare queste informazioni da qualcuno che non ha nemmeno la laurea in ottica.

E’ ora di cambiare le cose, e noi persone comuni, dal basso stiamo cercando di farlo; se voi dall’alto lo farete, potreste ribaltare lentamente questa situazione di ignoranza dilagante sulla questione.

Per coloro che vogliono iniziare consiglio 3 libri in particolare (1-2-3), più quello per i bambini (4), e il mio intero sito, iscrivetevi alla newsletter e seguitemi su Instagram per avere stimoli motivanti. Entro l’anno spero di riuscire a pubblicare il mio primo libro che è in fase di stesura. In alternativa ma soprattutto in aggiunta, avete anche diversi seminari a cui partecipare o incontri rieducativi con me su Skype o di persona e ci sono molti altri educatori visivi a cui potersi rivolgere.

Vi consiglio di leggere anche le altre testimonianze, in particolare quella di Silvia O., in quanto partiva da una situazione molto difficile con quasi 3 diottrie di differenza fra un occhio e l’altro.

Vi lascio alle testimonianze di Manuela e Gaia che ha scritto nei commenti. Link all’intero post leggibile dagli iscritti del gruppo di Rieducazione Visiva.

M. Manuela Buongiorno gruppo, volevo condividere con voi il mio primo risultatoo…ormai sono due anni che pratico rieducazione visiva e dall’ultima visita oculistica sono migliorata tantissimo allora, O.S. da -9,50 a -8; O.D. -6,75 ast. -3 a -5,50 ast.- 1. Proprio un buon inizio di anno!!!Grazie David De AngelisGustavo GuglielmottiArianna PivaDario Pizzini Retina e a tutti i membri del gruppo per esserci ❤

Laura S. Brava! Io vorrei iniziare. Da dove sei partita?

M. Manuela Grazie prima di tutto forte motivazione, ero stufa di peggiorare ad ogni visita oculistica di 0,50 ho letto tanti libri, il primo di David De Angelis fondamentale, mi ha aperto un mondo per me sconosciuto, gli sarò grata a vita!all’inizio del percorso non riuscivo a fare neanche 5 rotazioni per quanto erano bloccati I miei occhi!adesso faccio esercizi di cervicale, ti consiglio il video di Gustavo Guglielmotti, crb in ogni momento della giornata, stretching oculari, rotazioni, lower. Considera che ci sono voluti, almeno per me due anni, per avere questi risultati con la mia forte miopia!!adesso in pieno sole riesco a leggere le targhe delle auto, con occhiali sottocorretti di 3 gradi per occhio, ad una distanza di 30 metri! Impossibile per me all’inizio del viaggio di rieducazione 

Gaia G. Bravissima! L’oculista che faccia ha fatto quando se ne è reso conto? ;P

M. Manuela Grazie  all’oculista non ho portato l’ultima prescrizione fatta ad agosto 2017 proprio per non condizionarlo!ho portato semplicemente gli occhiali da -7 e -5 che utilizzo ogni giorno. Ho spiegato che da due anni praticavo esercizi di rieducazione visiva, ma mi ha riso in faccia!dice che se il mio occhio e’ più lungo non può accorciarsi semplicemente facendo stretching oculare mi ha raccontato che aveva già sentito parlare di esercizi per gli occhi nell’ultimo convegno che era stato, ma lui e i suoi colleghi presenti non hanno dato credito a queste ‘invenzioni moderne’!!quindi per lui sono peggiorata e non migliorata!!!

Gaia G. ecco, figurati che io andai dallo stesso che mi aveva fatto la prescrizione da -9,25, gli ho portato gli occhiali da -7,50 che utilizzavo e mi ha detto che potevo tranquillamente continuare con quelli perché andavano abbastanza bene e che comunque non si può migliorare. Se avesse preso in mano le vecchie carte l’avrebbe notato da solo però vabbè..

Bookmark the permalink.

Lascia un Commento