Norme di igiene visiva

PAGINE SUCCESSIVE: 2-1- PRIMA DI INIZIARE
                                  2-2- COME INIZIARE GLI ESERCIZI 

Le norme di igiene visiva sono il primo step pratico per la salvezza della tua vista. E’ la soluzione che potrà diminuire drasticamente la miopia ed altri difetti visivi nelle attuali e future generazioni dell’umanità.

Primo principio da ricordare:
viviamo delle vite totalmente innaturali e per questo motivo
è necessario seguire queste norme che ci salvano
dal deperimento progressivo della vista.

NOTA BENE: L’IGIENE VISIVA E’ LA BASE DELL’EDUCAZIONE VISIVA, SENZA DI ESSA OGNI RISULTATO NON PUÒ ESSERE MANTENUTO NEL TEMPO.

Di seguito puoi leggere i 9 punti descritti nei loro concetti e in fondo puoi vedere le foto delle strategie che ho adottato su me stessa e nella mia casa per salvaguardare i miei occhi e la mia schiena, i quali risentono in egual modo delle nostre abitudini.

 

1- DINAMICITÀ. Evita la fissità su un’unica distanza per troppo tempo: quindi stacca lo sguardo più spesso possibile dal monitor o dal libro. Non fissare quello che hai davanti ma guarda per punti. Sbatti le palpebreUsa tutto il range di movimento oculare e non solo la parte centrale. Sgranchisci gli occhi con lo stretching ogni tanto (vedi come fare le 8 posizioni statiche degli occhi x 5 secondi l’una e le 8 posizioni fissando un punto x 3 secondi l’una). Nella giornata gioca ogni tanto con una pallina, in questo modo alleni molte funzionalità del sistema visivo distraendo anche la mente , rilassandoti e divertendoti. Vedi video dei giochi con pallina, ma puoi sbizzarrirti e inventarne di tuoi.

 

2- LUCE-BUIO. Quando possibile studia/leggi all’aperto (all’ombra se c’è troppo caldo, al sole è possibile stare quando non è forte). Quando sei in casa illumina il più possibile il tuo punto di lavoro/studio: posizionati vicino alla finestra; e se non puoi o se fuori c’è brutto tempo, aggiungi una lampada da studio che illumini la tastiera o il libro (consigliati: lampadina bianca a spettro completo e supporto oppure lampada bianco-giallo molto luminosa, o lampade ad incandescenza oppure finestra artificiale compresa di luce a spettro completo). Evita l’ombra proiettata della mano quando scrivi (se sei destrimane la luce deve essere a sinistra, se sei mancino la luce deve provenire da destra, oppure metti la luce davanti se hai la possibilità). Limita gli occhiali da sole solo quando davvero necessari. Riabituarsi alla luce naturale in modo GRADUALE (Leggi articolo sulle luci per la casa e l’articolo sulla riabilitazione al sole).

La luce di giorno è importante quanto il buio di sera: fai spesso palming nella giornata; di notte cerca di muoverti in casa al buio in modo da attivare la vista periferica; usa l’app per il filtro blu sul tuo monitor e cellulare.

 igiene_visiva_luce-mano igiene-visiva-postura-e-distanza4 

 igiene-visiva-posizione-studio-piccc-col ottima postazione con molta luce e leggio. In mancanza di luce naturale usare assolutamente la lampada da studio

lettura al sole4b

3- Fai attenzione alla POSTURA e alla DISTANZA dal monitor o dal libro. La distanza ottimale è chiamata distanza di Harmon, va dal gomito all’estremità del pugno, in genere è fra i 30 e i 45 cm. Sotto ai 30 cm avviene un eccesso di convergenza, la quale fa scattare in modo automatico-fisiologico l’accomodazione in quanto i muscoli estrinseci partecipano significativamente all’accomodazione. Consigliato anche un leggio per inclinare il piano di lettura e mantenere la curva cervicale fisiologica e gli occhi meno bassi (posizione che sembra legata anche all’allungamento del bulbo oculare; ho appreso questa info in una conferenza dall’optometrista americano Gottlieb e non ho link al momento da darti).
Al computer si può stare a 45-65 cm. Stare sopra i 60-65 cm può comportare dell’affaticamento sopratutto se le scritte sul monitor  sono piccole. In chi ha miopie sopra a -2.50 consiglio di ingrandire le scritte per poter usar el’occhiale più basso possibile al pc. In questo articolo mostro la mia postazione al pc. Buona norma è anche stare al pc seduti su una grande palla per permettere alla schiena di muoversi con delle oscillazioni durante le lunghe ore di lavoro al PC. 

 igiene-visiva-postura-e-distanza3    igiene-visiva-postura-e-distanza2     harmon-distance-2

4- RILASSAMENTO. Si può indurre con respirazione diaframmatica e palming e sunning alternati (VEDI QUI IL VIDEO SUL PALMING). Utile anche in momenti in cui si sento gli occhi stanchi, secchi o brucianti.

      sunning-picc  palming-picc

5VISIONE ALL’INFINITO. Esci più spesso possibile.
Concediti almeno un momento nella giornata per farsi una passeggiata
all’aperto per spaziare con lo sguardo, minimo 1-3 ore all’aperto.. Non è vero che guardare a 6-10 metri è come guardare all’infinito! Questo è un dato matematico che non ha nulla a che vedere con la realtà percepita e vissuta sulla propria pelle. L’unica vera visione all’infinito la puoi ottenere solo fuori all’aperto con luce naturale e non in luoghi chiusi e con luce artificiale.

 Slider-1

6-Visione naturale (stare senza occhiali) in alcuni momenti della giornata quando possibile. Se hai una miopia da -1 in in giù l’occhiale potrebbe servire solo alla guida o al cinema. Da -1 a -2 dovresti riuscire a leggere e stare in casa spesso senza occhiali. Da -3 in su cerca di toglierli almeno 15-30 minuti al giorno. Per esempio mentre fai colazione o sei seduto in una panchina al parco. Se fai rieducazione in modo completo ti verrà normale toglierli più spesso, arrivando a vedere ad occhio nudo molto più di un normale miope della tua entità, anche se hai -6 o più, ma questo avviene solo a livelli avanzati di rieducazione. Una visione che si avvicina a quella senza occhiali ma vedendo più nitido è quella data dagli occhiali stenopeici. Vedi i miei video sui biO-Occhiali qui. L’uso consigliato dei bioOcchiali è di circa 30 minuti al giorno.

     igiene-visiva8    bio-occhiali

7- Esercizi per la binocularità e stereoscopia in convergenza e divergenza. Aiutano a prevenire ogni difetto (dai più classici, come miopia, ipermetropia, presbiopia, a quelli meno conosciuti come forie ecc…). Si fanno benissimo con le immagini stereoscopiche o esercizi classi con il dito o penna. VEDI VIDEO QUI

 igiene-visiva7     igiene-visiva5 igiene-visiva6

8Dieta alcalinizzante ossigenazione e circolazione: bevi molto! Gli occhi vivono di acqua. Mangia più frutta e verdura (la frutta a stomaco vuoto, o prima ma non dopo i pasti), svolgei attività fisica regolarmente, almeno 2 giorni a settimana. Impara a respirare correttamente di diaframma. Ricorda che tutto è collegato e ogni parte di noi che miglioriamo migliora anche le altre. Non a caso occhi e postura sono direttamente collegati, così come occhi, idratazione e cibo. Evita o diminuisci molto latte e latticini. Riduci più possibile i cibi raffinati, specialmente lo zucchero bianco e la farina 00 e aumenta i cibi integrali. Per migliorare la circolazione agli occhi è buona norma massaggiare attorno agli occhi e anche collo, testa e viso.

-FRUTTA-E-VERDURA

-9-  Bilancio accomodativo con defocus retinico. Nel caso che tutti gli accorgimenti precedenti non dovessero bastare e si nota lo stesso un calo della vista dopo molte ore al PC (o ad attività svolte da vicino) si può utilizzare il metodo del defocus retinico:

A) Per chi è già miope: per la lettura e PC usare le sottocorrezioni adeguate alla propria situazione visiva (in genere si stabiliscono con l’aiuto di un educatore visivo). In linea generale gli occhiali al PC non servono fino a miopie di -1.25 o -1.50.

B) Per gli emmetropi tendenti alla pseudo-miopia da studio: durante la lettura o l’uso prolungato del PC, si può ricorrere ad un paio di occhiali positivi adatti alla persona. Si va dal +0.50 a massimo +1, da usare ogni tanto per scaricare l’accomodazione.

C) Per chi è tornato emmetrope dalla miopia: occhiale positivo da +1 a +2 per la lettura (ricorda che ogni caso è a se stante).

Se queste regole non bastano per migliorare la tua vista è consigliato seguire uno o più metodi di rieducazione visiva come Power Vision System, Bates e o altri. Qui la guida gratuita per come iniziare PVS. Qui le date degli eventi  per imparare i metodi integrati con me.

Di seguito le mie modalità di lettura, studio, disegno e postazione PC per lavorare in modo benefico sugli occhi e sulla schiena

Posizioni buone e cattive per leggere libri o cellulare::

postura2    postura3

Postazione ben illuminata: 

Postazione luce14

Postazione con illuminazione alternativa ma più scarsa. L’importante è avere una finestra o più a portata di sguardo e una luce ulteriore a lato della tastiera: Postazione-luce16c

altra postazione ricca di stimoli visivi (leggi l’articolo): Postazione-PC2

postura buona e cattiva al PC: 

postazione-al-pc4-2

seduta su palla per migliore curva lombare, mobilità delle anche, circolazione e movimento: 

Postazione luce3

Postazione per attività non al PC (lettura, disegno, gioco, stretching, yoga):

Postazione luce6

Postazione luce5

Postazione luce1

Posture alternative per problemi di ipolordosi, consigliate nel libro “Back school” per variare gli stimoli posturali.

Postazione luce8   Postazione luce7

Pause con posizioni di forza e allungamento per stimolare circolazione e mantenere i muscoli attivi:  

Postazione luce12Postazione luce11Postazione luce2

palla4 palla5 palla6

pausa-pc

Se trovi utili le mie condivisioni e ti va di aiutarmi a continuare a tenere il sito sempre aggiornato, puoi fare una donazione tramite PayPal QUI oppure puoi fare un bonifico a questo numero IBAN:
IT 06G0 76011 2200 0010 2168 5613
Causale: “sostengo il sito di Arianna Piva con una donazione”
Grazie

One Comment

  1. Ciao Arianna,
    bello il tuo blog, molto utile!!!
    Daria

Lascia un Commento